Vi ammiro

Ammiro la vostra perseveranza nel credere arditamente in uno stato che solo negli ultimi cinquant'anni si è palesato collaborazionista, lobbista, mafioso, stragista e sempre lontano dal suo popolo.

Ammiro la vostra cecità morale nel compiere piroette mendaci, educandi al servizio dei pecorai televisivi.

Lodevole è la vostra noncuranza verso la memoria dei nostri vecchi, imprigionata alla consuetudine di gugol-calendar.

Ammirevole è il calpestio disdicevole dei valori umani, morti e poi risorti dopo le atrocità della guerra.

Adoro il vostro strappar di vesti a reti unificate e la vostra compulsività da scroll.

Ammiro la vostra resilienza maniacale e il vostro scivolar di mani a colpi di gel santo.

Vi ammiro per la vostra durevole posa di soldatini, pronti ad ogni barbarie verso il fratello che si avvicina.

Vi ammiro dogmatici beoti in preda a deliri di onnipotenza, servili adepti di un mondo privo di anima e consapevolezza. Vi ammiro e aspetto con risoluto disprezzo.