Sordo Muto Cieco


A Sochi, Russia, il pubblico si diverte a veder sfrecciare i bolidi della formula uno e la regia si guarda bene dall’inquadrarlo nella sua felicità, priva di mascherine e distanziamento. In Italia invece dobbiamo subire tutti i santi giorni i soliti bollettini a reti unificate, una bibbia di bugie pensate e confezionate poi ratificate all’orda di cervelli telecomandati italici: noi.

Per strada si notano quotidianamente slalom stile Tomba di chi indossa l’orpello chirurgico per evitare i pochi, che di quell’impiccio non ne vogliono sapere e rifiutano l’abitudine al placebo, è come fermare una scorreggia con le mutande, sancito dall’avvocato pugliese e supportato dal cts.

Il CTS e il COVID. A ripeterlo e sentirlo ormai vien letteralmente da vomitare.

Il cts, sono quelli del “ a maggio e giugno 150 mila o forse più in terapia intensiva”, quelli della comunicazione a “muzzo”, forse colpiti dal Urioni fratello di Azio o dal governatore laziale che a sparate non lo supera nessuno. A muzzo si, a casaccio insomma. Che dite? È difficile prevedere? Non lo metto in dubbio, figuriamoci, ma non posso esimermi nel ricordare che sono gli stessi terrestri citati che fanno apparire la SIensa come una materia perfetta. Va da sè di perfetto non c’è nulla se non Dio stesso che ci crediate o no.

Ormai possiamo farli i conti.

  • Non c’è mai stata pandemia, nel 2019 secondo dati istat sono morte 643.000 persone.

  • In giro circola un virus RNA del raffreddore e per sua natura non è possibile trovare alcun vaccino. Nota: Per l’HIV, scoperto nel lontano 1981, fa parte del genere Lentivirus viene trasmesso come virus RNA e non esiste vaccino.

  • Dopo il cosiddetto picco, privi di materiale umano “covidizzato" su cui contare per scrivere nei giornali, si sono inventati i falsi malati, la categoria degli asintomatici e varie ed eventuali.

  • Stanno forzatamente consigliando i tamponi che, notizia dell’altro giorno e confermata dall’ISS, risultano per l 95% falsati.

  • L’Oms è un’organizzazione che deve la sua sussistenza prettamente a enti privati quali per esempio la Fondazione Bill & Melinda Gates. C’è da ricordare che anche l’Italia participa al circo Oms mettendo a disposizione qualche euro strappato dalle nostra tasche.

Me nono direbbe: “Non c’è più sordo di chi non vuol sentire”

Scuola.

Come ogni anno la scuola dell’autonomia è partita a singhiozzo. Un pò come la mia vespa a dicembre che con i primi freddi proprio non ne voleva sapere di accendersi.

Il primo giorno è stato comico vedere la strada intasata di soldatini genitoriali bardati di tutto punto come i loro figli. C’è scritto chiaramente nel patto di corresponsabilità che in dote al genitore ci deve essere coerenza e una certa responsabilità nell’insegnare ai figli le stesse regole intraprese dalla scuola per le norme igienico-sanitarie: una pazzia da malati di mente.

Alcune regole

  • Spiaccicarsi le mani col gel ogni volta che…

  • Mettere in quarantena dentro una borsetta, il fazzoletto usato per soffiarsi il naso

  • Non scambiarsi quaderni, astuccio, penne, gomme, fogli caccole sorrisi e parolacce

  • Far merenda seduti sulla sedia e poi in piedi nell’angolo assegnato senza parlare e scherzare

  • Non starnutire

  • Non tossire

  • Non avere il mal di pancia

  • Non avere mal di stomaco

  • Non essere stanco

  • Non devi avere la diarrea e nemmeno il vomito

  • Mascherina

Se non segui queste regole puoi essere punito con una nota disciplinare

Insomma o sei in salute o sono cavoli amari per tutti.

In qualche liceo nel padovano succede pure che il tema in classe lo scrivi con lo smartphone, sia mai che i fogli di carta non siano contaminati.

Attenzione però che nelle partite di calcio è consentito stringersi e abbracciarsi in area, marcare stretto l’avversario e festeggiare a mucchio il gol. Pure mio figlio Gabriel di cinque anni, guardando i gol della serie A, mi ha chiesto come mai i pochi spettatori distanti tra loro portano la mascherina e i giocatori no. Ho risposto che siamo alla frutta e lui ha replicato che la frutta non gli piace: sincero.

Siamo in una grande partita mondiale e all’interno dello scacchiere ci siamo noi. Le regole sono state date e le mosse fatte. Nostra è la scelta se continuare a morire o riprenderci la nostra Vita.

  • White YouTube Icon
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

© 2020 Cristiano Turato