Ho smesso di essere buono

Mai avrei pensato di poter neppure lontanamente, “S-fidanzarmi” e allontanarmi da me stesso. Dio mi è testimone, io ci ho provato.

Ho scelto di stare con gli ultimi e di capire, ho sopportato le ingiustizie della mia giovinezza, palesi e quantomai ingiustificate. Ho girovagato per l’Italia in cerca di Verità senza mai trovarla, sorretto dai miei vent’anni e da un fuoco, di cui mi nutrivo, e che non riuscivo a spegnere. Sono riuscito a muovere altri passi, dai frutti che raccoglievo nelle testimonianze delle vite che incontravo.

Dio mi è testimone, io ci ho provato, eccome se ci ho provato. Ho creduto sempre nella buona fede delle persone e non alle meschinità che percepivo. Ho tenuto nel cuore come perle preziose, le rarissime intimità di un cammino la cui bellezza, rammentava di un’amore quasi intoccabile per quanto luminoso.

Tutto donava un senso a ciò che ero e a quello che vivevo.

Ho sopportato da adulto, ingiustizie indicibili e giudizi meschini di gruppo, divenuti verità, dopo essere saltati di bocca in bocca.

Dio mi è testimone se ho sopportato nei palchi e fuori da essi, il male da cui sempre sono fuggito, credendo sempre che la musica potesse trasformare tutto: purtroppo non è così. Ho scelto di dire basta, di alzare le difese e sottoscrivere il mio disprezzo al bullismo di massa degli ultimi anni. Un’apoteosi di razzie e scommesse sulla pelle del genere umano come mai nella storia si era visto. Voi non mi appartenete e non mi avrete mai. Voi con me avete chiuso e ho smesso di essere buono.